Alza la mano se sei una portatrice sana di partita iva e riesci a dormire ogni notte sonni sereni e pacifici, senza paura né timori. Oppure se dico “soldi”, dici “ansia”?

Non ti vedo ma qualcosa mi dice che quella mano non l’hai alzata e che hai una certa quantità di preoccupazione e di ansia legata ai soldi e a quel che riesci ad incassare con la tua professione. Sbaglio?

Un veloce sondaggio su Instagram, qualche tempo fa, mi ha confermato il sospetto. Molte delle donne che mi seguono lì sperimentano con una considerevole frequenza la paura di non riuscire a realizzarsi, anche economicamente, attraverso la loro professione.

E so che spesso si sentono sopraffatte dalla quantità di attività che pensano di dover svolgere per adeguarsi ad un modello di successo che spesso viene sbandierato e sicuramente viene proposto come paradigmatico. Purtroppo, questo tipo di emozioni si traducono spesso in un blocco che -paradossalmente- le allontana ancora di più dai loro obiettivi.

La buona notizia è che esistono delle strategie e delle buone pratiche che, una volta messe in atto, possono davvero aiutarti a stare più serena e ad abbandonare la paura di non avere soldi a sufficienza per realizzare i tuoi progetti, ed i timori di non guadagnare abbastanza.

Partiamo da un presupposto: il motivo per cui provi ansia quando si tratta di soldi è che senti di non avere il controllo, pensi che i risultati che otterrai non dipendano da te.

Non voglio mentirti: ci sono aspetti che non puoi controllare. Ma c’è sempre, davvero sempre, qualcosa che puoi fare rispetto al problema. E se ti poni con l’atteggiamento giusto anche quello che ora ti sembra inaffrontabile diventerà un po’ più semplice.

Vediamo insieme 3 strategie concrete che puoi attivare per liberarti dell’ansia almeno sul fronte denaro.

 

  1. PER LIBERARTI DELLA PAURA DI NON AVERE ABBASTANZA DENARO, TIENI SEMPRE TRACCIA DI TUTTI I TUOI FLUSSI 

    Non hai idea di quante siano le persone (e purtroppo anche titolari di attività) che non usano un sistema di tracciatura per le loro entrate ed uscite economiche. La maggior parte si limita a pagare quel che deve ogni volta che ha una scadenza, senza mai fare chiarezza sull’ammontare delle proprie uscite nelle diverse categorie di spesa. L’ansia nasce anche dall’inconsapevolezza, dal non aver coscienza né controllo, ricordi? Questo approccio non è affatto sostenibile, specie se hai un progetto lavorativo in proprio. È difficile, infatti, pensare di poterlo sviluppare, farlo crescere e portarlo al successo economico se non hai idea di come spendi i tuoi soldi e in quali ambiti. Sfido chiunque a non andare in ansia quando non hai alcuna chiarezza sui soldi che movimenti. Devi -davvero, devi!- scoprirlo e ristabilire il controllo. Qui trovi lo strumento che ti può aiutare! È ilmiokakebodigitale® 2020, e utilizzandolo diventerà facilissimo per te sapere sempre con precisione come usi i tuoi soldi. E potrai rapidamente individuare le categorie di spesa che non sono strettamente essenziali, che potresti ridurre o addirittura eliminare.

  2. SUPERA L’ANSIA DEI SOLDI, EVITA LE CARTE DI CREDITO E I FINANZIAMENTI 

    Se sei costretta all’uso delle carte per pagare, ad esempio, tools e servizi online essenziali alla tua professione, prediligi le carte di debito o le carte prepagate. E a meno che non si tratti di un prestito strategico per la tua espansione, attentamente considerato con un consulente finanziario e con il tuo commercialista, in tutti gli altri casi stai lontana da finanziamenti e carte di credito. Se aprire un debito è l’unico modo per poter acquistare quel bene, significa che non sei ancora nella condizione di potertelo permettere. Un debito si rivela spesso una pessima decisione: rende più difficile fare progetti e compiere decisioni libere e serene perché, in un modo o nell’altro, ti preoccupa e ti influenza. Chiediti piuttosto cosa puoi fare per essere in condizione di acquistarlo in contanti tra, ad esempio, sei mesi. Un nuovo prodotto? Più cura al tuo marketing e alla tua comunicazione? Maggiore attenzione a risparmi ed investimenti? Trova la risposta e agisci in quella direzione.

  3. CREA E ALIMENTA UN FONDO PER LE EMERGENZE 

    Quando le ragioni della tua ansia vengono alimentate dalla preoccupazione di quel che potrebbe -forse- accadere in futuro, quel che devi fare per superarle è giocare d’anticipo e metterti al riparo da eventuali sgambetti che la vita potrebbe -forse- decidere di farti. Quanto prima smetti di pre-occuparti ed inizi ad agire coscienziosamente per garantirti risorse economiche parallele tanto prima ti metti al riparo da quella brutta sensazione di scarsità e di timore per il tuo futuro. Potresti, ad esempio, molto semplicemente attivare una carta prepagata con IBAN, sulla quale ad ogni incasso girare in modo automatico almeno il 10% dell’importo ricevuto. Attenzione: definisci prima per bene cosa consideri emergenza. Ad esempio, le tasse non sono un’emergenza, ma una spesa che puoi -e che dovresti- preventivare, conoscere e pianificare senza sorprese.

 

Se, malgrado l’applicazione rigorosa di questi consigli e tutto il tuo impegno continui ad avere paura e a sentirti in ansia rispetto al tema del denaro, dovresti valutare l’idea di farti sostenere da un professionista serio e capace, che ti affianchi e ti sostenga, aiutandoti ad individuare strategie personalizzate e strumenti validi per pianificare la tua gestione economica, sia personale che professionale.

Perché, in fondo, non è per hobby che hai aperto la tua attività, ma per fare soldi e vivere più serena. No?